27 pensieri su “Leif Svaalgard sul prossimo ciclo solare …

  1. Ivan,
    è proprio vero…
    una rondine non fa primavera..

    intanto ignari di tutto, il clima sta diventando sempre più secco..
    ho visto le mappe gfs sul nord america.. non sono previste nevicate imponenti, salvo qualche zona con influenza oceanica.. tutto secco.. la -30 in quota hPa staziona sulla baia di Hudson..
    prima di temperare quell’area farà tempo a finire l’estate….

    casi sono due.. o Poser era un profeta?
    oppure ha visto tanto e meglio degli innumerevoli sapientoni attuali..

    un’era glaciale non inizia con un inverno freddo.. ma con un’estate fredda.. c’è da ricordarsi questo :)

      (Quote)  (Reply)

  2. Buongiorno a tutti.
    Intanto il minimo ha davvero accelerato.
    Ieri pomeriggio si è formata una AR nell’emisfero sud ed ha partorito una sunspot; ma questa mattina sta già decadendo.
    Se il ciclo dovesse durare 10,5 anni, come normale, il minimo dovrebbe avvenire tra circa un anno; tuttavia, se invece il ciclo durasse 12 anni come l’ultimo, allora potremmo vederne delle belle.
    Da ora fino all’inverno 19/20 ci sarebbe da divertirsi

      (Quote)  (Reply)

  3. Chissà se il prossimo ciclo sarà interessante o perlomeno ancora di bassa intensità come questo.
    Ritengo che cicli potenti come i quattro precedenti l’attuale siano un’eccezione.

      (Quote)  (Reply)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine