Tornare ai santi vecchi sia col Sole, che con la meteo in europa

“Un c’è più legno per fa’ Cristi, bisogna tornà a’ santi vecchi”

E’ modo di dire tipicamente lucchese che significa, nell’uso toscano: “Tornare nella condizione e nello stato di prima. Es.: 0 sapete com’ è ? se va di questo passo, è meglio tornare a’ santi vecchi. A significare che una tal cosa non è stata possibile, benché ci si sieno adoperati tutti gli argomenti, si dice che non è stato possibile né per Cristo né per i santi”

Si ragazzi miei, sia le prossimo vicende solari che il modello di previsione climatica made in GFS sembrano proprio calcare questo proverbio toscano.

Infatti, la nostra stella, dopo l’impulsiva e breve accelerazione verificatasi la passata settimana, che ha portato il solar flux a toccare il valore di 170, sembra voler tornare a dormir sogni tranquilli. L’ultimo aggiornamento del SF riporta 118 e anche gli X-ray sono in netta discesa.

http://www.spaceweather.gc.ca/data-donnee/sol_flux/sx-4-eng.php

Fronte terra troviamo la sola Ar 1658 e 1654 dalla scarsa coalescenza magnetica e Ar 1654 che a breve non sarà più visibile. L’altalena solare di cui parlavo in un precedente post, in questo falso massimo solare è nuovamente in azione, http://daltonsminima.altervista.org/?p=23831.

Il Sole continua ad alternare brevi fasi impulsive di ripresa e succesive fasi di discesa delle sue manifestazioni. I flare che la grande regione Ar 1654 ha sviluppato la passata settimana sono stati eventi brevi ed impulsivi e non hanno superato la soglia M2. Questo dato è estremamente importate e significativo a mio parere, indice della completa assenza di manifestazioni elettromagnetiche degne di nota in termini di rilascio energetico.

Infatti, a supporto di questa mia tesi, avevo postato la passata settimana, nei commenti, un’interessante grafico ripreso su questa piattaforma : http://users.telenet.be/j.janssens/

Traccia che riporta a partire dal 1975 (ciclo solare SC21), al corrente ciclo solare SC24, il livellato numero (conteggio) di flare di categoria C,M e X.

Il grafico lascia poco spazio ad errate interpretazioni. Ossevate come il picco dei flare, partendo dal ciclo solare 21 (picco ben aguzzato) divenga con il passare dei cicli solari,  sempre più livellato nel massimo e sdoppiato. Osservate anche la completa assenza di flare di categoria C, durante la transizione fra il ciclo solare SC23 e l’SC24, nuova testimonianza oltre all’indice Ap, della profondità del minimo solare appena trascorso (transizione verificatasi tra il 2009 e il 2010).

Interessante anche il periodo di transizione intercorso fra i cicli (ΔT minimo solare) che sembra divenire sempre più grande  :

SC21-SC22____1985-1986 =2 anni

SC22-SC23____1994/1995 – 1996/1997 =3 anni

SC23-SC24____2006/2007 – 2010 =3/4 anni

Questa figura, ripresa dalla matematica,fisica,elettronica o meccanica mi ricorda…. uno smorzamento nel quale il periodo non è costante ma tende mano a mano ad aumentare.

Tornado al nowcasting fine settimanale, da segnalare come fenomenologia solare una debole esplosione di massa coronale CME che in queste ore ha impattato contro la magnetosfera terrestre. L’indice Ap è in leggera ascesa in questi giorni.

http://www.swpc.noaa.gov/ftpdir/indices/old_indices/2013Q1_DGD.txt

WSA-Enlil Solar Wind Prediction riporta ulteriori onde di plasma in rotta verso la Terra. Interferenze che dovrebbero raggiungere la Terra domenica 20 Gennaio. Probabili ripercussioni geologiche in arrivo. Ipotizzo comunque, rilasci energetici  di debole intensità, in riferimento alla magnitudo o indice esplosivo vulcanico VEI, al termine dei disturbo geomagnetico.

Concludiamo il capitolo solare con l’immagine autoaggiornata del satellite Stereo Behind EUVI 195. In cerca di possibili indicazioni sulla prossima ripresa delle manifetazioni solari. La risposta è chiara. Nuova fase di rilassamento delle manifestazioni solari in arrivo. Prossimi 10 giorni.

Il capitolo meteo è anch’esso un ritorno ai santi vecchi e sarà più breve. Tanto è stato scritto e stra-scritto. Passata questa impulsiva rodanata i modelli stanno confermando quanto scritto dal nostro FBO, a più riprese, a partire da metà Dicembre, nuova fase mite sciroccale umida e piovosa, in arrivo con probabili deboli impulsi continentali in arrivo. Tutto da definire sotto le 90h. di GFS.

 

L’hp delle azzore non vuole risalire e mantenere una consistenza e durata tale da inibire i movimenti del canadese. Canadese vera e propria trottola impazzita che ha rovinato gran parte di quest’inverno. I prossimi 10 giorni sono segnati. Effetti dello stratwarming completamente assenti sul compartimento europeo e prime movimenti bollenti degli anticicloni in sede africana. Rimane solo Febbraio. La mia persona e più specializzata nell’analizzare sviscerare le varie dinamiche elettromagnetiche terrestri e solari su tempistiche un pò più grandi, sono in attesa di valutazioni e commenti da parte degli esperti.

Buon fine settimana,

Michele

Hatena Bookmark - Tornare ai santi vecchi sia col Sole, che con la meteo in europa
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

72 pensieri su “Tornare ai santi vecchi sia col Sole, che con la meteo in europa

  1. Oscar :

    @scienzaobsoleta
    E bravissimo Scienzaobsoleta… finalmente qualcuno che osa nominare la parola magica
    GEOIGEGNERIA.
    Sarebbe bello che su questo sito dove di meteo ve ne intendete iniziaste a considerare il tutto sotto un’altra prospettiva , ovvero quella che qualcuno con il meteo ci giochi un’attimino…
    Sarebbe bello poter capire , che ne sò, ad esempio se innescando artificialmente delle correnti aeree per modificare/spostare una perturbazione, questa azione poi proceda per conto suo…
    Io anni fa bestemmiavo contro inquinamento e riscaldamento globale, non riuscivo a capacitarmi di un cambiamento del clima cosi repentino in cosi pochi anni, poi ho trovato su internet la faccenda delle scie chimiche e mi si è chiarito tutto.
    Per come conosco il clima delle zone questo era un’inverno in cui a quote relativamente alte (2000/2500 mt ) avrebbero dovuto esserci metri di neve già a novembre, invece nisba.
    Sarebbe bello che nei confronti della manipolazione climatica, non faceste lo stesso errore che altri hanno fatto nei vostri confronti denigrandovi quando con anni di anticipo dicevate che l’AGW era una bugia . Con rispetto per tutti ovviamente.

    la fisica dice altre cose.
    se poi tu pensi che basti una scia aerea per “bloccare” e “deviare” masse d’aria gigantesche che percorrono migliaia di chilometri fai pure, ma non in questo blog
    argomento chiuso.

    cmq, quando fa caldo è colpa del GW
    quando fa freddo è colpa del GW
    quando piove troppo è colpa del GW
    quando piove poco è colpa del GW


    quando fa caldo è colpa delle scie chimiche che deviano le masse d’aria
    quando fa freddo è colpa delle scie chimiche che deviano le masse d’aria
    quando piove troppo è colpa delle scie chimiche che deviano le masse d’aria
    quando piove poco è colpa delle scie chimiche che deviano le masse d’aria

    a me queste due cose mi sembrano talmente uguali che le ritengo parte della stessa faccia di una medaglia dal cui lato opposto ci siamo noi.
    ed è incredibile che chi crede nelle teorie complottiste sulle scie chimiche non creda al catastrofismo dell’IPCC
    tutto sembra una guerra tra maniaci che fanno la lotta su di chi è la colpa degli eventi meteorologici che accadono (a volte accusandosi a vicenda ed attribuendo allo stesso evento cause diverse)

      (Quote)  (Reply)

  2. e come messaggio finale dico questo:
    le ondulazioni delle masse d’aria fanno si che per ogni discesa di aria fredda dal polo ne corrisponde una risalita di aria calda verso di esso.

    in Italia dicono che deviano le masse d’aria per non far nevicare, però in inghilterra adesso c’è freddo e neve e guarda caso la massa d’aria fredda era diretta li.
    cos’è in UK è colpa della scie chimiche che li hanno invece attuato la politica opposta a quella italiana?
    e nel febbraio 2012, con il mediterraneo sotto bufere e l’uk sotto hp, di nuovo il contrario (opporto poi rispetto all’evento attuale?)

    sono talmente tante cazzate che fate quasi ridere.
    NB: l’argomento è chiuso, altri messaggi da parte di tutti saranno cancellati, vi invito a non mandarli

      (Quote)  (Reply)

  3. FBO :

    alessandro1 :
    qualcuno ha visto l’aggiornamento di gfs a 300 ore? è lontano però..

    ho visto, è una conseguenza dei movimenti stratosferici che vede gfs oltre le 250h

    Va bene, però suggerirei prudenza.
    Ho visto variazioni non irrilevanti persino nelle previsioni stratosferiche fino a 10 giorni (240h), tanto che ho dovuto apportare qualche correzione al commento nella rubrica, già scritto il giorno prima.

      (Quote)  (Reply)

  4. per fine mese le possibilità di qualcosa di buono si riducono e sembra adesso che una data più plausibile sia intorno al 5 Febbraio
    però è la solita storia del rimandare all’infinito.

      (Quote)  (Reply)

  5. io vedo un cedimento del canadese prima del previsto, Hp artica europea in piena forma oggi.
    perturbazione in arrivo… pressoché identica a quella della settimana scorsa, oggi abbiamo 0 carte a favore per al neve.. il canadese sul nord atlantico sembra cedere mentre l’Hp europea tende ad espandersi in Europa verso WSW.
    http://www.sat24.com/en/eu?ir=true
    http://www.ssd.noaa.gov/PS/TROP/Basin_Atlantic.html
    http://i47.tinypic.com/345llpf.jpg

      (Quote)  (Reply)

  6. bassa pressione sulla pianura padana…in movimento.. clima molto più freddo rispetto la settimana scorsa.
    http://oi46.tinypic.com/2jer3og.jpg
    http://www.sat24.com/en/eu?ir=true
    http://www.ssd.noaa.gov/PS/TROP/Basin_Atlantic.html

    La perturbazione nord atlantica è molto fredda penso un bis di neve nel NO in estensione concreta verso tutto il centro nord questa volta.. avendo un apporto di correnti da est consistenti… e non sembra essere cosi secca come precipitazioni.. infatti la goccia fredda innesca bene nel suo rotolare verso il mediterraneo occidentale.

    Che dite canadese ciao ciao ?

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.