Sulle registrazioni delle temperature satellitari …

Un mio caro amico su facebook (Antonio :-) )sul proprio profilo di facebook scrive….

Temevo che saremmo arrivati a questo! Potrei fare una conferenza, o anche un seminario, per spiegare tutti i truffaldini aggiustamenti che sono stati apportati alle temperature globali basate su misure al suolo (chi non lo sa non può nemmeno immaginarlo…). Il Global Warming esiste ma la sua origine e la sua intensità spesso e volentieri non sono discusse in modo corretto. I modelli interpretativi ‘ufficiali’ sono clamorosamente sbagliati anche perché si basano su un modello di ‘effetto serra’ che è fisicamente errato (è così). Da tempo si sa che i dati da satellite (solo dal 1979) mostrano cose diverse e addirittura un sostanziale appiattimento delle temperature durante gli ultimi 17-20 anni. Ma in questi giorni alcuni ‘scienziati’ hanno miracolosamente scoperto che i satelliti sbagliano (!?) e che quindi bisogna ‘ricalibrarli’ assumendo per ‘buone’ le temperature ottenute al suolo. Tutto è possibile…
Ovviamente se le correzioni dell’RSS sono corrette ora si deve spiegare perche’ l’altro record satellitare, l’ UAH, che prima coincideva con l’RSS, sarebbe ora anch’esso improvvisamente sbagliato!
A questo punto io non penso che sarò costretto ad aspettare le future misure di temperatura per capire chi aveva ragione e chi torto perché quì non si tratta di chi la fa franca! Questi continui autoritari e paternalistici blitz correttivi, che ora hanno raggiunto anche lo spazio, sono imbarazzanti. Da almeno due decenni avvengono solo in un senso e mai nell’altro. Non esiste una decente trattazione degli errori delle misure ‘a priori’ e quindi le continue modifiche ‘a posteriori’ sono inaccettabili. Viceversa, esistono parecchi lavori scientifici pubblicati che dimostrano come, anche accettando gli aggiustamenti imposti, i modelli ufficiali siano ancora incapaci di riprodurre le osservazioni entro la loro naturale barra di errore.
Ma purtroppo ‘questi’ sono i tempi. E chi vorrà continuare con profitto le proprie ricerche dovrà abbandonare il sogno utopistico di cercare ogni volta ampie condivisioni….

Fonte : https://notalotofpeopleknowthat.wordpress.com/2017/06/30/rss-find-their-missing-warming/

Hatena Bookmark - Sulle registrazioni delle temperature satellitari …
Share on Facebook
Post to Google Buzz
Bookmark this on Yahoo Bookmark
Bookmark this on Livedoor Clip
Share on FriendFeed

6 pensieri su “Sulle registrazioni delle temperature satellitari …

  1. Le temperature devono aumentare secondo quanto calcolato dai modelli dell’ipcc, tutti gli altri devono adeguarsi, satelliti e termometri sparsi in giro per la terra compresi.

      (Quote)  (Reply)

  2. hahaha
    tutto questo parlare di termometri e temperature ri-alzate mi fa ricordare
    quando da ragazzini ci si inventava di tutto perche’ il maledetto
    termometro di mercurio andasse sui 38° e in qualche maniera si potesse
    saltare la dannata verifica…

      (Quote)  (Reply)

  3. Molte stazioni meteo non urbane sono state chiuse negli ultimi decenni perché non facili ed economiche da gestire, ma soprattutto non più utili rispetto a quando furono installate. Un caso lampante e’ l’Australia, dove decine di stazioni funzionanti dalla fine dell’800 – inizio ‘900, sono state dismesse a partire dagli anni ’90. Peccato perché mostravano che i dati di temperatura degli anni ’30 del secolo scorso erano più elevati di quelli recenti. Lo stesso è accaduto altrove, come in India o Argentina, lungo le vecchie linee ferroviarie. Da un punto di vista scientifico pare non fossero a norma… Il problema è che le regole del gioco le cambiano ogni volta che si accorgono che stanno per perdere!

      (Quote)  (Reply)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine