Ecco cosa ci conteggiavano quest'estate…

Quest’estate Noaa, Sidc e Catanie varie dovevano essere proprio in crisi per contare simili macchie… Ritengo che tali conteggi siano stati scandalosi, e ben più evidenti proprio ora che il sole ha deciso finalmente di produrre una macchia “vera”! Quella presente a fianco è solo un esempio di cosa combinavano i maggiori centri mondiali, forse i più si saranno già dimenticati della fantomatica macchietta di agosto che vide solo il Sidc e fu oggetto di grande controversia… Le ultime macchie serie, secondo me il sole le fece a marzo, forse a giugno, poi fino quella di settembre e soprattutto questa, solo “porcherie”!

Ritengo infatti che a simili “cagatine” nn avrebbero mai dovuro dare un SSN, e che non sarebbero mai state conteggiate in un periodo di massimo solare, e che nn lo sono state di fatto 30, 50, 100 anni fa! Non spetta noi criticare e decidere cosa siano giusto o meno, ma almeno da ora in poi, spero non ci conteranno più ciò che semplicemente non ESISTE!

Detto questo, gli indici elevati di ieri sono a causa del vento solare che ha amplificato il K e A index, vento solare aumentato a causa di condizioni favorevoli e di un buco coronale, di fatto non è la macchia che ha prodotto l’aumento di magnitudine.

Stay tuned

Hatena Bookmark - Ecco cosa ci conteggiavano quest'estate…
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

1 pensiero su “Ecco cosa ci conteggiavano quest'estate…

  1. agosto 2008 lo ricorderò per sempre, l’anno in cui hanno impedito che dopo 90 anni un mese chiudesse a zero.
    poi anche settembre è stato un macello, se non ricordo male, contarono come macchia un pixel bruciato, pur di contare qualcosa facevano di tutto.

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.