COME BARARE CON LE TEMPERATURE

I ricercatori al centro dello scandalo Climategate hanno manomesso i dati delle temperature della Russia pur di far vedere un riscaldamento di gran lunga superiore a quello che effettivamente si é verificato, secondo l´Istituto Russo per l´analisi economica.
I dati alterati sono la base per mostrare un rapido riscaldamento del pianeta secondo quanto voluto e mostrato dal gruppo intergovenativo sui cambiamenti climatici (IPCC) delle Nazioni Unite.

L’Istituto Russo per gli affari economici (IEA) ha riferito che il 15 dicembre ha denunciato al Centro Hadley per i Cambiamenti Climatici, [che fornisce i dati per la compilazione delle temperature delle Nazioni Unite e che é al centro dello scandalo Climategate in corso] perché hanno ignorato il 75 per cento dei dati di temperatura raccolti dalle stazioni russe .

Delle poche stazioni che il Centro Hadley ha utilizzato per la sua ricostruzione della temperatura della Russia, sono stati considerati, scegliondoli accuratamente (cherry-picked) quelli che hanno mostrato il riscaldamento più rapido rispetto alla maggior parte delle altre stazioni Russe.
Il CRU ha inoltre scelto di segnalare i dati delle stazioni meteo con temperature che non hanno avuto storie complete di dati.
Selezionando il set di dati incompleti ció ha consentito ai sostenitori del riscaldamento globale presso il Centro Hadley di compilare i dati mancanti con le proprie ipotesi soggettive affermando cosí che un riscaldamento sostanziale si era verificato, ignorando volutamente le stazioni con serie complete di dati che mostrano che non c´è stato nessun riscaldamneto o solo un piccolo aumento delle temperature.
L`IEA ha preso atto e denunciato che il Centro Hadley ha utilizzato anche un numero spropositato di stazioni nelle isole di calore urbane, che segnalano le temperature in aumento per un riscaldamento dovuto a motivi ben diversi dai gas a effetto serra.
L`IEA ha anche segnalato che la maggior parte delle stazioni con temperature affidabili e funzionanti da lungo tempo nelle zone rurali al di fuori dalla influenza delle isole di calore urbane sono state sistematicamente ignorate.

Le rivelazioni sono una bomba, perché i modelli climatici dell´IPCC hanno raccolto e usato i dati dall`Hadley Center, e cosí i modelli mostrano un riscaldamento più rapido in Russia che in qualsiasi altra parte del mondo. Con un ottavo della massa terrestre del mondo, i dati della temperatura russa hanno una enorme influenza sui calcoli della temperatura globale e portano ad affermare che vi é stato un forte riscaldamento globale diversamente di quello che si é effettivamente verificato.
Se i dati delle temperature russe manomessi vengono rimossi dai calcoli della temperatura globale e vengono inseriti i dati corretti, miracolosamente scompare la maggior parte del recente riscaldamento e scompaiono pure i record delle temperature degli ultimi anni.
Inoltre, la rivelazione che i dati delle temperature russe, sono stati cosí sfacciatamente scelti e manomessi, mette in dubbio le affermazioni del centro CRU e dell´IPCC sui dati del riscaldamento in altre parti del globo.

“L´IEA ha calcolato che l’entità del riscaldamento reale per il territorio russo nel 1877-1998 è stata probabilmente esagerato di 0,64 ° C,” ha dichiarato il presidente dell’IEA Andrei Illarionov.
“Se le stesse procedure sono state utilizzate per il trattamento dei dati climatici di altre fonti meteo dei dati nazionali, l’impatto sul tasso di variazione della temperatura globale sarebbe notevole”, ha aggiunto Illarionov.
Due studi scientifici del 2004 dell´IEA che mettevano in discussione e i dati dell´IPCC riguardo le stazioni meteo russe, e che sostenevano che i dati della Siberia erano errati, erano stati sottoposti a riviste scientifiche per il peer-reviewed. Tuttavia, il Centro Hadley con Phil Jones, che è stato costretto a dimettersi dalla sua posizione, a seguito dello scandalo Climategate, aveva bloccato da loro pubblicazione, come dimostrano anche le email del Centro Hadley. Speriamo che adesso questi articoli dell´IEA possano essere pubblicate senza piú gli ostracismi del CRU.
“C’è stato uno sforzo coordinato per manipolare i dati strumentali per produrre un riscaldamento esagerato causato dalla influenza umana”, ha dichiarato Joe D’Aleo, direttore esecutivo della International Climate and Environmental Change per la valutazione dei progetti e primo direttore meteorologo a The Weather Channel.
“Io sono il primo ad ammettere che l’uomo ha qualche effetto sul clima, ma l’effetto è localizzato. Fino alla metà del riscaldamento della Terra dal 1900 ad oggi, è stato dimostrato nella letteratura scientifica peer-reviewed che questa é dovuta ai cambiamenti nell’utilizzo dei terreni e all´aumento della urbanizzazione “, ha aggiunto D’Aleo.

Ormai gli scandali involvendo gli ecotruffatori dell ÌPCC e del CRU (per ora solo loro, anche se giá il Met Office sta entrando nella stessa bufera) sono all´ordine del giorno. La loro salvezza per adesso é che la maggior parte dei giornali e TV (per le inserzioni pubblicitarie) e i giornalisti (per le bustarelle) é invischiata con questi orrori che di scientifico non hanno assolutamente nulla, e fanno di tutto per cercare di nascondere il cancro dello scandalo che sta crescendo.
I cicli climatici sono sempre esistiti, e adesso siamo in un ciclo di riscaldamento planetario, ma non nelle dimensioni che gli ecoterroristi vogliono farci credere.
Il ciclo di riscldamento multidecadale é ormai finito qualche anno fa e anche i ghiacciai tanto cari ai nostri amici fautori del GW, hanno finito di ritirarsi e siamo entrati in un periodo di raffreddamento globale, come ormai dicono anche alcuni dei piú famosi scienziati dello stesso IPCC, e che andrá avanti per almeno i prossimi 20/30 anni.
L´influenza umana c´è senza dubbio nei cambiamenti climatici, ma é una influenza assolutamente marginale, e poi ricordiamoci che Madre Natura ha sempre trovato il modo di controbilanciare le variazioni climatiche, e lo sta facendo anche adesso!
Ma come diciamo sempre, vogliamo tutti un pianeta piú pulito ed ecologicamente sostenibile, ma con le truffe ecologiche non vogliamo avere nulla a che fare.
Naturalemte, questi sono solo miei pensieri, di uno che non é uno scienziato, ma che cerca di usare il proprio cervello leggendo ed informandosi sempre da varie fonti meglio se contrapposte le une con le altre… poi voglio essere io a decidere quale secondo me é piú vicina alla realtá.

SAND-RIO

Tratto da:

http://climaterealists.com/?id=4931

http://www.heartland.org/publications/environment%20climate/article/26809/UN_Panel_Relied_on_Fraudulent_Temperature_Data.html

Hatena Bookmark - COME BARARE CON LE TEMPERATURE
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

51 pensieri su “COME BARARE CON LE TEMPERATURE

  1. Saranno anche taroccati i dati russi ma permettetemi di dubitare di un paese che è il secondo produttore al mondo di petrolio, che riscalda mezza europa con il suo metano, che ha una tradizione sovietica di informazione, che è governato da lobby ex KGB che controllano le esportazioni di petrolio le quali rappresentano la stragrande maggioranza del PIL.
    Dovrebbero forse i russi auspicare una lotta contro la co2?

      (Quote)  (Reply)

  2. consiglio a Bora 71 di fidarsi ciecamente dei dati dell”IPCC.Sono sicuramente affidabili,questo Blog invece no.cosa possiamo farci siamo tutti incompetenti e molto di parte.Partiamo dal direttore: Simon che da piu di un anno gestisce questo Blog per pura passione e non prende nemmeno un solo Euro.Mentre altri scienziati sono piu che strapagati.Un ragazzo che dedica parecchie ore del suo tempo libero solo con il semplice scopo di informare il numero piu alto possibile di persone sulla possibilita che il GW del XX secolo sia dovuto alla fortissima attivita solare.Gratis!!!Poi c”e Alessandro un appassionato di fisica solare,che ha la semplice virtu di cogliere dettagli del sole che fino ad ora nessuno ci aveva fatto notare.Dal mio punto di vista un piccolo genio.Anche Ale non becca un Euro.Solo passione.Poi c”e Fabio(Nintendo)esperto in chimica.Fabio e” un computer portatile vivente.Un centro elaborazione dati umano.Anche fabio non becca un Euro.Poi c”e Sandro,che piu che una persona e” un radar che fa monitoraggio sull”intero globo.Anche Sandro non prende un Euro.Informati invece che stipendio mensile hanno alcuni membri dell”IPCC.Grazie e saluti a tutti i critici di questo Blog

      (Quote)  (Reply)

  3. ma che discorsi sono questi Giorgio..
    se sono qui che scrivo significa che trovo il blog interessante..anche se molto di parte..e questo nn lo puoi negare..

    io sono qui non per criticare il blog..ma per capire meglio..facendo anche delle domante provocatorie per un confronto costruttivo..
    avete gia’ fatto scappare luca bo, uno che ne capiva, solo perche’ non la pensava come voi..volete far scappare altra gente?..

    ok..se scappo io non e’ una grave perdita e molti sarebbero contenti..ma far scappare persone come luca bo e’ un vero peccato!!

      (Quote)  (Reply)

  4. E basta cn sto luca-bo!

    Io stesso l’ho invitato a scrivere ancora, e a chiarirsi cn Fabio, se nn vuole lui amen

    Il Blog è di parte?

    E perchè è un reato??

    Quanti ce ne stanno pro-agw?

    Per nn parlare della stampa e delle tv di tutto il mondo!

    E basta cn sta soria del blog di parte e che fa fuggire le persone per favore!

      (Quote)  (Reply)

  5. Ottima osservzione bruno, anche se nn mi sembra niente di che…la terrò sott’occho cmq!

    Intanto cm già detto sopra, abbiamo una nuova regione, la 1042!

    Il mio aticolo di ieri ha portato un pò di sfortuna… 😆

      (Quote)  (Reply)

  6. Climate-gate part II begins now: The scientists with Icecap.us website announced findings late last week that not only was the CRU involved in producing fraudulent weather data, but two United States agencies, National Aeronautics and Space Administration (NASA) and National Oceanographic and Atmospheric Administration (NOAA), have also been falsifying climate reports for years. NOAA, the report concludes, is actually “ground-zero” for the fraud of global warming, not the East Anglia Institute.

    Climate researchers have discovered that government researchers improperly manipulated data in order to claim 2009 as “THE SECOND WARMEST YEAR ON RECORD.”
    http://www.icecap.us/index.php/go/joes-blog

    Dopo l´ICCP, adesso sotto la lente d´ingrandimento per presunte frodi climatiche (chissá se sará creato un nuovo reato?) sono la NASA e il NOAA.

      (Quote)  (Reply)

  7. io ci ho provato con Luca Bo, ma lui continuava ad ignorarmi, a quel punto o mi consideri o puoi anche smettere di scrivere.

      (Quote)  (Reply)

  8. Il Noaa basta vedere come conta le macchie!

    io ormai è un anno che insieme a nintendo e ben prima che venisse fuori sto casino, aevo detto che dei dati noaae nasa nn mi fidavo più…

    Ed or stanno venendo fuori tutti i nodi al pettine…come vorrei che venissero mascherati anche col sole…

      (Quote)  (Reply)

  9. Questo sito è così come, di parte, altrimenti non ci sarebbe (sembra un principio antropico adattato!)
    Non c’è niente di male ad essere “di parte”, qui non si fa male a nessuno, anzi.
    Quandomai prendere posizione è negativo?
    Se qualcuno è scappato (nessuno lo ha fatto scappare) è perchè probabilmente non accettava contraddittorio.
    Comunque a mio parere persone come Bora fanno molto bene a questo sito perchè incitano gli altri, sopratutto i più esperti a valutare, soppesare e trovare conferme scientifiche ulteriori ai loro argomenti: è un pò come fa NIA con la corrente scientifica ufficiale o no?
    Non si vuole mica correre il rischio di diventare autoreferenziali?
    Anche io non sono d’accordo su tutto quello che viene scritto su NIA come credo tutte le persone che leggono ma il blog è altamente interessante!
    Avanti così ragazzi!

      (Quote)  (Reply)

  10. Io sn molto soddisfatto di come è cresciuto i Blog…nn ho paura ad ammettere che la corrente di pensiero che invade il Blog è filo “scettica”(quanto nn mi piace sto termine!)

    E sn soprattutto contento del fatto che ho dei valissimi colaboratori, grazie a loro NIA nn è più Simon dipendente come poteva sembrare mesi fa!

    Oggi come oggi a esempio (e nn me n vogliano gli altri collaboratori) con un Sand-rio così abile e pungente nello scoprire il materiale e renderlo capibile ai più, siamo cresciuti tanto!

    Avanti così!

    Simon

      (Quote)  (Reply)

  11. Concordo con te Auleo, anche io penso che persone come Bora siano addirittura indespensabili perché sono uno stimolo a cercare di fare sempre meglio. Che NIA sia di parte é normale perché sin dall´inizio Simon ha impostato il sito per cercare di dimostrare che il nostro amico Sole é il principale interprete dei cambiamenti climatici, e che l´uomo ha un ruolo piccolo, ma importante. Come ho scritto nell´articolo sopra, noi tutti desideriamo un pianeta meno inquinato ed ecologicamente corretto, ma non vorremmo essere presi per i fondelli da chi con l´ AGW ne sta approfittando per arricchirsi, e non vogliamo essere presi in giro da chi tenta di dimostrare falsificando i dati che il Sole non ha nessun ruolo nel clima.

      (Quote)  (Reply)

  12. Come ho detto prima Simon sono tutti validissimi collaboratori.Ognuno di loro ha una specializzazione.Ti posso garantire che non puoi fare a meno di nessuno.Sand-rio ha la fortuna di essere anche un bravissimo comunicatore,sa essere molto comprensibile nelle spiegazioni e per questo e” molto seguito e amato dal pubblico di Nia.Sappi e te lo dico di cuore che Ale per un verso e Fabio per un”altro sono due piccoli geni anche se non hanno le stesse doti comunicative di Sandro.

      (Quote)  (Reply)

  13. @ice2020 La corrente non è filo scettica è proprio apertamente anti GW

    un po’ troppo almeno per me, a volte sembra, la corrente, “tifosa”. Sembra che: va tutto bene purché vada contro il GW.

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.