Il Recinto fa ancora la differenza!

La vecchia regione 1045 rinvigorisce dopo che era stata una plage per più giorni, e all’avvicinarsi sempre al recinto, spunta una nuova AR immediatamente alla sua sinistra!

Clicca qui per ingrandire: http://www.nso.edu/latest_images/gong_current_int.jpg

Sembrano ancora pore, ed al momento il Noaa non li segnala, vediamo come evolveranno nel corso delle prossime ore…

Simon

Hatena Bookmark - Il Recinto fa ancora la differenza!
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

33 pensieri su “Il Recinto fa ancora la differenza!

  1. Chi studia il Clima del Pianeta Terra dovrebbe allargare… e di molto… le proprie vedute. Il Pianeta Terra, in quanto tale, è uno dei pianeti che costituiscono il Sistema Solare. Contemporaneamente tale Sistema Planetario e’ “immerso” in uno Spazio sempre in costante evoluzione… ruotando con una propria orbita intorno al centro della Galassia.
    Come si hanno evidenti influenze da parte della Luna sulla Terra… se ne hanno di meno evidenti (ai nostri occhi) anche da tutti gli altri corpi celesti che si trovano sul nostro stesso spazio-tempo.
    Il Sole non fa altro che rispondere… con ben determinate evoluzioni della propria attivita’… a quelli che sono gli “input” dello Spazio.
    Ed ecco che na particolare posizione sull’orbita galattica… influenza in modo signiicatico (ver il Sole) l’attivita’ del nostro pianeta.
    Come ho piu’ volte sottolineato.. la temperatura “anomala” ai poli non e’ dovuta alla CO2 presente in atmosfera, ma all’interazione tra i Raggi Cosmici e il Campo Magnetico Terrestre. Interazione favorita dalla bassa attivita’ solare (con vento solare indebolito) a sua volta favorita dalla posizione sull’orbita stellare intorno alla galassia.

    Purtroppo queste considerazioni non le fa nessuno… e il risultato e’ una eccessiva semplificazione della teoria del clima terrestre che porta ad imprecisioni assurde.

    La realta’ dei fatti e’ che, comunque, il clima cambia indipendentemente dalle attivita’ umane. Convincere il mondo intero che e’ tutta colpa della CO2 che produciamo… non fa che favorire la lucrosa attivita’ di quelli che vengono pagati, anche poco magari, per effettuare studi piu’ o meno inutili che loro stupidamente definiscono “scientifici”.

      (Quote)  (Reply)

  2. Pure dal behind si nota come l”attivita magnetica si assottiglia sempre di piu in direzione del polo sempre nell”emisfero nord.Inevitabile pensare che il potente campo magnetico di giove si manifesta sempre di piu al suo avvicinarsi alla stellahttp://www.persicetometeo.com/public/popup/stereo_behind.htm

      (Quote)  (Reply)

  3. Flusso solare aggiustato ore 20 a 75!

    Per il Noaa ancora spotless, effettivamente la regione contiene solo un minuscolo pore…strano cmq che il noaa nn lo conti…ma alla mezzanotte UTC ancra manca!

    Per il Sidc vedremo domani se siamo spotless anche oggi…

      (Quote)  (Reply)

  4. quota 75 per qualche giorno e un buon supporto per una ripartenza verso livelli di solar flux 95-100.Sotto 75 e sintomo di un crollo dell”attivita e con successivo range min 65-70 max 75-80.Io sono per la seconda ipotesihttp://www.persicetometeo.com/public/popup/solar_activity.htm

      (Quote)  (Reply)

  5. io ho formulato tre ipotesi, o giove sta facendo abortire il ciclo, dato che ormai il perelio si avvicina, o aveva ragione hataway nel 2006, che diceva che il massimo sarebbe stato nel 2010 e forse siamo già in fase decadente, oppure forse quella che per ora mi pare più plausibile è che per ora siamo in una fase di stanca del ciclo che tra qualche giorno ripartirà.

      (Quote)  (Reply)

  6. X me domani solar flux = a 101, dopo domani 125, il fine settimana 72.
    Tanti auguri alle donne di NIA 😀

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.