Ghiacci Marini Artici – Situazione Marzo 2010

Estensione:

Anomalia Concentrazione:

Area:

Trend Anomalia Estensione:

Curiosità:

Rispetto a 10 anni fa abbiamo 0.2milioni di kmq di estensione in meno e la stessa area.

Rispetto a 20 anni fa abbiamo 0.8milioni di kmq di estensione in meno e 0.3 in meno di area.

Rispetto a 30 anni fa abbiamo 1milione di kmq di estensione in meno e 0.2 in più di area.

L’AO molto negativo ha fatto si che la concentrazione dei ghiacci fosse elevata anche nelle zone più basse di latitudine, e tutto questo fa sperare in una buona prestazione estiva.

Aprile sarà fondamentale per capire la buona saluta dei ghiacci artici.

Intanto questa è la situazione aggiornata a ieri:

FABIO

Hatena Bookmark - Ghiacci Marini Artici – Situazione Marzo 2010
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

51 pensieri su “Ghiacci Marini Artici – Situazione Marzo 2010

  1. Grande idea Simon ci avevo pensato anch’io all’epoca di contare solo le macchie effettive senza aggiungere numeri strani cioè contare solo le regioni attive ad esempio 1 regione una macchia ma che presenti ovviamente una macchia al suo interno tipo oggi sunspot di 1 perchè c’è una regione con una macchia, leviamo sto benedetto fattore 10 che complica solo le cose e viene anche a scompigliare tutti i confronti col passato io penso che una volta non si facesse così tipo la regione 1061 sunspot pari a uno nei giorni scorsi c’era anche la 1060 sunspot giornaliero pari a 2 perchè c’erano due regioni con macchie.
    Non credete che sia un ottimo metodo di calcolo che rispecchia anche il confronto col passato?

      (Quote)  (Reply)

  2. Hanno contato la regione 1061 che nel continuum delle 8 aveva ancora delle macchiettine che poi sono scomparse in quello delle 16.
    Poi naturalmente hanno gonfiato il conteggio…

      (Quote)  (Reply)

  3. Dobbiamo ancora studiare che metodo usare.

    se sapessimo che fattore di correzione usano al sidc sarebbe meglio…ad esempio se una macchia prend il numero col L&N’s count, con la formula di wof e quindi per il noaa il SN è 11, mentre per il sidc è 7…ma se ci sn 2 macchie, 3 o 4, nn sappiamo che numero il sidc dà…

    ci manca il fattore di correzione…studieremo un pò il da farsi.

    Ciao

      (Quote)  (Reply)

  4. Scusate ragazzi..ma mi sembra di aver sentito che ALE ..
    sta scrivendo uno dei suoi articoli….
    Cosa mi dite in merito..?
    Verrà pubblicato a breve ?

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.