Situazione Solare…

Il Sole è “tempestato” di regioni solari, ma solo poche riescono a dare origine a delle macchie, e tra queste solo una è degna di nota:

A 2 anni dal minimo quindi, continua la fase di stanca del nostro astro, certificata anche dal più illustre fisio solare del pianeta, il Dott.Hathaway che nel forecast di gennaio rivede ancora al ribasso le sue previsioni con un SN max di 59!

E molto probabilmente questo verrà rivisto ancora in calo…pian piano dunque ci stiamo avvicinando sempre più ai valori del minimo di Dalton, e ciò tenendo conto dei conteggi moderni, acquisisce un’importanza ancor più grande!

Forse alcuni ancora non si stanno rendendo conto di ciò che stiamo vivendo, e basta una macchia in più o un solar flux per un paio di giorni a 88, per far gridare che il sole sia partito in pompa magna…la realtà è che la nostra stella ancora sta dormendo, ma la realtà è anche che non si può pretendere in eterno che ad esempio il record mensile del solar flux di febbraio 2010 non venga mai infranto!

Basti pensare che da quando lo si registra, a 24 mesi dal minimo, mai nessun ciclo finora aveva avuto una media mensile così bassa, tutti i cicli ormai avevano raggiunto abbondantemente il valore di 100 e passa!

E’ importante rimarcare a questo punto anche la tanto bistrattata teoria di L&P che si sta manifestando ogni mese che passa sempre più corretta.

Io inizierei a pensare più a gli effetti di questo minimo solare sul clima, piuttosto che alla sua più o meno probabile eccezionalità, dato che quest’ultima appare ormai assodata anche da parte di moltissimi studiosi e fisici solari del calibro di Hathaway, Svalgaard, L&P, Archibald e del compianto Timo Niroma, giusto per fare alcuni nomi…

Ai posteri l’ardua sentenza…

Intanto Inseriamo il grafico di Confronto tra l’RI del SIDC e il NIA’s SN

mentre questo è il grafico della differenza tra i 2 valori

Simon

Hatena Bookmark - Situazione Solare…
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

40 pensieri su “Situazione Solare…

  1. @Mauro
    questo studio non tiene in benche’ minima considerazione il fatto che le nuvole rifletto i raggi solari nello spazio.Scusa se e’ poco.So tiene solo conto della parte negativa trascurando quella positiva.Questa per me e’ semplice propaganda dell’AGW

      (Quote)  (Reply)

  2. @giorgio
    C’è poco da commentare dopo la “notiziona” che il sole scalderebbe di più nei periodi di minimo…..affidabilità pari a 0….. con l’uso che fanno dei modelli riescono a dimostrare tutto e l’esatto contrario!
    Bruno

      (Quote)  (Reply)

  3. tornato dalla Montagna, nei prossimi 2 gironi spero di chiudere i 2 riassunti dei ghiacci e del GW Italiano.

    poi si parte con il resoconto al 2010 dei ghiacci marini totali.

      (Quote)  (Reply)

  4. @Fabio Nintendo

    Ed anche il nia’s count di dicembre, con tanto di aggiornamento del grafico di tutto il 2010 con le differenze tra il nia’ ed il sidc…

    così magari fabio 2 prnde lo spunto per il suo articolo ormai promesso da tempo…

    a proposito di articoli, invito tutti gli editor a rimettersi da fare, perchè da lunedì si riparte a pieno regime!

    Simon 😉

      (Quote)  (Reply)

  5. (ANSA) – NEW DELHI, 8 GEN – Sono oltre 150 i morti per l’ondata di freddo nel nord dell’India. La maggior parte delle vittime si e’ registrata nel popoloso e povero stato settentrionale dell’Uttar Pradesh, dove negli ultimi due giorni sono morte una ventina di persone portando a 63 il totale. Si tratta soprattutto di anziani o senzatetto, piu’ vulnerabili alle rigide temperature che hanno toccato la minima di 1,4 gradi. Oltre 60 persone hanno perso la vita nello stato orientale del
    Si legge più spesso notizie simili , provate a controllare la stazione meteo sul colle nord dell’Everest oppure dalle mie parti cima Muta , Maso,Corto in Senales, Similaun sono tutte medie in discesa negli ultimi cinque anni, con aumento delle precipitazioni sia nevose che piovose, certo è ancora presto ma……. poi i danni ?????.
    Un abbraccio a tutti abbiamo iniziato bene il 2011 ????? Spero di si

    Luigi Bari

      (Quote)  (Reply)

  6. Un commento ai SN di Nia e SIDC.
    E’ chiaro che c’e’ divergenza per SN alti. E’ perche’ al SIDC contano anche le “micormacchie” (quello che chiamo “morbillo”) che circondano le macchie più grandi . Il NIA e’ tarato per ingorarle, come sarebbe successo nel passato…

    Ciao
    Luca

      (Quote)  (Reply)

  7. @nitopi

    Non è proprio così Luca…nel senso che con il NIA’s una volta che una regione grazie al tuo sistema viene segnalata, si contano col Soho Continum anche le micromacchie che la compongono e poi si divide per 0.6.

    la differenza è cn tutte le numerevoli regioni composte da micromacchiette o pore che nn vengono segnalate dal tuo sistema, che proprio quindi nn sn contate.

    cmq alla fine il concetto è quello da te esposto, ho soo voluto ripuntualizzare il sistema di contreggio che io e fabio adottiamo.

    per il resto direi che il grafico parla chiaro, ora sarebbe interessante calcolare con i valori del Nia’s anche lo smooted SN…

    Simon

      (Quote)  (Reply)

  8. in teoria i 2 conteggi non dovrebbero mostrare variazioni nella differenza.
    il nostro è ovvio che è più basso perchè applichiamo un filtro alle macchie, ma quelle contate vengono contate con tutto quello che si vede nel SOHO, anche le micro-macchiette se fanno parte della regione contata vengono prese in considerazione.
    se facciamo il confronto il il dato NIA non corretto, quindi non moltiplicato per 0.6 la differenza è minore tra i 2 conteggi, ma quello SIDC tende cmq a salire più velocemente

      (Quote)  (Reply)

  9. Ho letto su La Stampa web che all’origine delle recenti morie di pesci e uccelli, c’è uno spostemento del polo nord terrestre più veloce del normale. Addirittura 65 Km in qualche mese. Che queste anomalie del campo magnetico terrestre siano connesse con quelle del campo magnetico solare? Avevo letto da qualche parte che il sistema solare sta attraversando una zona della via lattea che porta a squilibri magnetici. Vi risulta?

      (Quote)  (Reply)

  10. il campo magnetico terrestre dipende molto da quello solare, ma non saprei dire quali relazioni ci intercorrono

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.