Da dove provengono i raggi X degli ultimi giorni?????

Quando c’e’ un Flare solare se esso e’ fronte-terra, 8 minuti dopo i raggi colpiscono la terra. Ed e’ per questo che viene mostrata la daylight-zone… ovvero la zona “giorno” proiettata sul planisfero.

Quello che sta accadendo in questi ultimi giorni, invece, mostra una quantita’ anomala di raggi X di natura Ignota.
Nella proiezioe possiamo notare che le zone polari sono entrambe molto colorate… con il polo sud quasi sempre rosso. E’ un Flare?
NO.
Perche’ nel mese scorso abbiamo notato che il grafico si colorava solo 8 minuti dopo un flare solare e restava colorato per poche ore… ovvero durante il passaggio del flare. Il Flare e’ un treno di radiazioni… non un fronte… il che significa che la radiazione impieghera’ qualche minuto ad attraversare l’orbita terrestre e l’atmosfera impieghera’ qualche ora ad assorbirne gli effetti.

Cosa significa allora?
Quella proiezione NON mostra i raggi X a prescindere… ma solo quelli provenienti dal Sole. Ecco quindi che non avremo MAI un alone azzurro-verde in una zona DIVERSA da quella illuminata dal sole.
Ci accorgiamo quindi che c’e’ un’anomalia, oltre che per le zone polari, anche per il fatto che giorno dopo giorno, insistentemente, ad una particolare ora del giorno corrisponde una sorta di “picco” di propagazione di raggi X. Ora che sta “arretrando” giorno dopo giorno.
Questo significa che la sorgente e’ sostanzialmente “fissa” rispetto al movimento del nostro pianeta e non coincide con il Sole.

Ma allora… cos’e’?

Purtroppo, ancora una volta, possiamo escludere che sia una sorgente molto lontana… per il fatto che questo “evento” si sta verificando a partire dai primi di Marzo… tu ricordi che e’ iniziato il 7 marzo.
Possiamo escludere che si tratti del Sole… perche’, appunto, i raggi X aumentano a prescindere dal verificarsi di Flares e la loro proiezione non e’ “costante” sull’arco delle 24 ore.
Ma allora cos’e’?

Sono sempre piu’ convintoche Elenin ci nasconde qualcosa.
La sua posizione al giorno 4 marzo si e’ trovata all’interno dell’orbita di Giove… quindi potenzialmente “influenzante” il nostro pianeta.
Mancano pochi giorni ad un allineamento che a quanto pare sta facendo allertare tutti i governi del mondo… quello del 15 marzo. E ancora non ci sono notizie precise riguardo questa cometa che viaggia ad oltre 80.000 km/h e che e’ stata scoperta solo lo scorso anno.

Staremo a vedere!

Bernardo Mattiucci

Hatena Bookmark - Da dove provengono i raggi X degli ultimi giorni?????
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

110 pensieri su “Da dove provengono i raggi X degli ultimi giorni?????

  1. @Fabiox86x

    Allora Fabio, senza che vado a controllare…che mi copri un flare di classe X, potrei anche capirlo ma sempre tra virgolette, come si suol dire…perché coprire anche i classe M? Io ho notato che spesso i satelliti vanno in tilt; non ci dimentichiamo che il SOHO continuum è rimasto bloccato per almeno 2 settimane (non ricordo esattamente quanto, però è passato davvero un sacco di tempo). Flares e CME, comunque, ci sono sempre stati e non mi sembra che si siano notate mai strane coincidenze con eventi vulcano-sismici. Certo, l’AP index ha avuto un picco il giorno 11/03 ma, andando a guardare i grafici relativi ai periodi immediatamente precedenti ad altri terremoti “importanti”, tranne che per quello di sumatra del 2004 (dove nei giorni e mesi precedenti si sono avuti picchi impressionanti di AP index), gli altri non mostrano alcun segno di rilievo dell’attività solare….quindi? Ok..sono andato OT…

      (Quote)  (Reply)

  2. Salve a tutti,da quello che so una cometa o un asteroide non sono in grado di emettere raggi x,e la porzione di cielo dalla quale proviene la cometa e’ piuttosto ampia,non potrebbe essere semplicemente un fascio di raggi gamma provenienti dallo spazio profondo?

      (Quote)  (Reply)

  3. Buongiorno, ho seguito la settimana scorsa questa discussione, controllando stamane la”Global D-Region Absorption Prediction” sembrerebbe ripresa la rilevazione di un certo flusso di particelle, come anche evidente dai grafici NOAA qui riportati:
    http://www.n3kl.org/sun/noaa.html

      (Quote)  (Reply)

  4. Confrontando il grafico a questa pagina del NOAA: http://www.swpc.noaa.gov/rt_plots/xray_1m.html con le immagini del “Global D-Region Absorption Prediction” i dati sembrano coincidere, per esempio il flusso si era intensificato (30MHz nelle zone polari) alle ore 11:43 UTC do oggi e nel suddetto grafico sono riportati nella stessa finestra di tempo picchi relativi a flares di categoria B e C. Vorrei avere il tempo di confrontare i dati del mese di Marzo per vedere quante correlazioni ci sono.
    Pero’ se i dati ufficiali sono filtrati prima della pubblicazione nella rete pubblica, le conclusioni di chi non e’ addetto ai lavori saranno sempre fondate su dati incompleti o corrotti purtroppo, generando tante lecite domande.

      (Quote)  (Reply)

  5. http://www.projectcamelot.org/lang/en/clifford_stone_interview_transcript_en.html
    C: Well, I’ll tell you this, I think that by 2016 that something better have happened. Because at 2016 I think that we’re going to have to announce to the world that there’s a probe that comes very close to the Earth every 15 or 20 years. And we’ve been calling it an asteroid. It’s not an asteroid. But it actually in reality is an artificial probe. In other words, somebody else put it here. They have found us long time ago. The technology will probably be pretty much on a par to, say, Voyager. It’ll be old antiquated technology by all their standards.

    “un purificatore servirebbe” in effetti http://www.altrogiornale.org/news.php?item.1671.1

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.