Oggi seguiamo il ritorno della regione più intensa del ciclo 24…

(…DOMANI PRIMA PARTE DEL SUPER ARTICOLO DI ALE SUL RAPPORTO TRA CORONA SOLARE E PERIODI DI MASSIMO E MINIMO)

La regione 1024 finalmente si è affacciata sul lato orientale del sole, da monitorare per l’intera giornata non solo se al suo interno vi sia qualche residuo di macchia, ma soprattutto quale effetto possa avere ancora sul solar flux.

Al momento si tratta solo di una plage: (a conferma di ciò stamane anche super occhio di falco Catania non conta)

Entrambe le immagini sono autoaggiornanti

Stay tuned, Simon

UPDATE: Mi ha fatto notare Ale che è presente un’altra regione con polarità del ciclo 23 poco più sotto e spostata a sinistra rispetto quella precedente che ormai è in fase di scomparsa totale. Ciò lo potete vedere dal magnetogramma postato sopra.

Dunque, ha aggiornato il magnetogramma Soho che ha molta più risoluzione del Gong postato sopra: si riconferma la esistenza di un’altra regione con polarità del ciclo 23, oltre a quella vecchia di qualche giorno fa e a quella ancora presente nel lato nascosto del sole.

117° giorno di fila spotless ufficiale!

Hatena Bookmark - Oggi seguiamo il ritorno della regione più intensa del ciclo 24…
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

58 pensieri su “Oggi seguiamo il ritorno della regione più intensa del ciclo 24…

  1. appunto ragazzi…si vedrà…

    nessuna certezza…

    sapeste quanto vorrei cambiare il titolo del blog…ma purtroppo è l’unica cosa che nn mi è permessa più cambiare per regolamnto, assieme all’indirizzo web ovviamente)

    chi lo vede per la prima volta pensa subito ad un branco di matti—

    e chissà cosa pensano che promettiamo…

    ma chi pensava che il blog avesse avuto tale risonanza? (nn lo dcio per gasarmi, ma è cmq la verità…pensate che quando l’ho fondato pensavo durasse 3 gioni….)

    ma poi in fondo chi la vuole una nuova era glaciale?

    io mi accontenterei di alcuni inverni anni 70-80—

    Simon

      (Quote)  (Reply)

  2. Bora MAGRIGALI è sicuramente un ottimo Scienziato ma è meglio che si ripassi prima di tutto lo “storico”, il 23° ciclo ebbe il suo picco nel tardo 2000-inizi 2001 dunque non 2003!!!! Semmai nel 2003 ci fu il famoso “evento della Bastiglia, un MEGAFLARE di classe X 17.2 registrato il 14 Luglio!!!!!
    Poi per farci 2 risate:
    La regione dell’altro ieri ciclo23 ha fatto segnare
    20090725 200000 2455038.322 2086.075 0069.1 0071.2
    Oggi la plage AKA-1024
    20090727 200000 2455040.322 2086.149 0068.4 0070.5

    Questo è chiaramente solo uno scherzo, una provocazione…..
    ALE

      (Quote)  (Reply)

  3. Per Bora71

    Cortesemente mi metti il link dello scritto del “FAMOSO” Madrigali?
    Mi serve, in quanto molto spesso sento il Prof. Adriano Mazzarella e non mi ha mai accennato a questa previsione “infernale” per il LONTANO anno 2013,la cosa merita un giusto approfondimento non credi/ete…?
    Grazie.

    Antonio Marino

      (Quote)  (Reply)

  4. Perfettamente d’accordo cn te Antonio…

    ma poi io dico: ma come fa a dire che il sole nn centri nulla col sistema terra?

    io sn un medico, e nn un fisico naturale, ma ci vuole tanto a capire che l’energia del VP o dei JS deriva dal sole, primaria fonte di energia sulla Terra?

    Da dove cavolo la prendono energia i fenomeni terrestri?

    Scambi di energia nella terra…ok…ma se nn ci fosse il sole ti accorgi dove vanno a finire gli scambi di energia…

    lasciamo perdere vah…

    Cmq bora per favore, appena ti ricolleghi segnala il link ad antonio

    Simon

      (Quote)  (Reply)

  5. Michele io nn ne poprio un’idea…

    nn so qualcun altro…ma qui toccherebbe essere davvero astrofisici o quant’altro…

    Simon

      (Quote)  (Reply)

  6. X Michele. Non credo che l´inversione dei poli avvenga da un giorno all´altro mentre é un processo di migliaia di anni. Comunque uno spunto per altre tue ricerche te lo posto qui.

    Relazione fra l’attività solare e la Terra. a cura del dott. Emerico Amari

    Non bisogna dimenticare che
    conosciamo da “soli”400 anni la Nostra Stella e abbiamo appena scoperto che un ciclo di macchie solari presenta anche una periodicità di 187 anni.

    Alcuni studiosi, come l’Ing. Cotterell et al., sostengono l’ipotesi che ad un multiplo
    del ciclo di 187 anni (dell’ordine di 1 milione di giorni) la Terra subisca un cataclisma a causa dell’inversione brusca del campo magnetico solare e quindi interplanetario. Questo evento causerebbe lo spostamento repentino dell’asse terrestre con l’effetto di produrre per inerzia terremoti distribuiti su tutta la superficie del pianeta. Questo scenario apocalittico viene raccontato dallo storico Immanuel Velikowsky nel suo popolarissimo:
    “Cataclisma sulla Terra”.

    http://74.125.45.132/search?q=cache:VF35dM1375sJ:www.codas.it/home2/index2.php%3Foption%3Dcom_docman%26task%3Ddoc_view%26gid%3D59%26Itemid%3D67+variazione+stato+neutro+sole+187&cd=9&hl=it&ct=clnk&gl=it

      (Quote)  (Reply)

  7. Complimenti per gli argomenti trattati, mi state facendo appassionare e sto inziando a visitare questo blog quasi tutti i giorni!…Sono un ingegnere informatico che lavora in una fabbrica per la produzione di pannelli solari fotovoltaici… facendo la remota ipotesi di andare incontro a dei decenni glaciali (come da titolo del blog) e quindi suppongo a una diminuizione del flusso solare… questo andrebbe a intaccare l’efficienza dei pannelli solari o quello che sto dicendo non c’entra proprio niente?
    Scusate se dico bestialita’:-)

      (Quote)  (Reply)

  8. Grazie ragazzi per i vostri commenti …
    e spunti di riflessione…
    Simon che dici…Ale può sapere qualcosa in merito…
    alla tanto citata frase di Cotterell …
    “La curvatura dello stato neutro” del sole…”
    Vedo che si tiene fuori dal commentare…booo?!
    Un’ultima cosa ..in merito al Clima…..
    Avete notato quanto Freddo c’è in Sud America e Sud Africa….
    Siamo prossimi a Record….

    Fonte : Meteogiornale

    Dopo le nevicate, venerdì 24 e sabato 25 luglio è stato il freddo notturno il protagonista del tempo in vasti settori del Sudamerica. Venerdì, in Argentina, -10,9°C a Malargue, -8,0°C a Bariloche e Salta (2,9°C la media delle minime di quest’ultima, a quota 1200 ma a 25°S, -9,9°C il record assoluto), -6,6°C a Presidencia Roque Saenz Pena, -5,5°C a Chemical (media 5,7°C), -5,0°C a Santa Rosa (media 1,9°C), -4,8°C a Jujuy, -4,8°C a San Juan, -4,5°C a Mendoza (media 1,7°C), -4,4°C a Neuquen, -4,0°C a La Rioja (media 4,4°C), -3,9°C a Rosario, -3,7°C a Cordoba. L’elenco delle stazioni con minima negativa è lunghissimo, dobbiamo citare i -2,8°C a Las Lomitas, a 24,7°S, che ha una media delle minime di luglio di 10,9°C. Sabato, spiccano ancora i -6,6°C di Salta e i -1,9°C di Las Lomitas.
    In Uruguay, venerdì -3,9°C a Salto, -3,8°C ad Artigas, -2,5°C a Rivera, -1,3°C a Melo. 7,3°, 8,0° e 7,0°C le medie delle minime di luglio a Salto, Artigas e Melo. Sabato, Artigas -3,6°C (il record di freddo è -5,2°C), Melo -2,2°C. In Paraguay, venerdì, -1,0°C a Pilar, -0,6°C a Capitan Meza, 0,0°C ad Encarnacion. 12,0° e 10,2°C le medie delle minime di luglio a Pilar e Encarnacion.
    Molto freddo sugli altopiani del Sudafrica, ma anche su quelli della Namibia e del Botswana. In Sud Africa, sabato 25 luglio, Shaleburn -9,6°C, Vryburg -8,1°C, Barkly East -7,8°C, Bloemfontein -7,3°C, Bethal -7,2°C, Sutherland -6,9°C, Matatiele -6,5°C, Elliot -5,3°C, Queenstown -4,8°C, Fraserburg -4,5°C. -2,4°C la minima di Johannesburg, -1,9°C a Upington, -0,2°C a Pretoria. 4,1°C la media delle minime di luglio a Upington e Johannesburg, 4,8°C quella di Pretoria, -1,9°C quella di Bloemfontein. Freschino anche a Città del Capo, con minima 3,2°C, quasi 4°C sotto media.

    Temperature minime estremamente basse sul Brasile meridionale, -1,1°C a Porto Alegre. Gelate anche in Paraguay ed Uruguay.
    Gelo anche in Paraguay, con i -4,5°C di Encarnacion, valore che è di ben 16°C inferiore alle normali minime di Luglio!
    L’aeroporto di Campo Grande, a 20° di latitudine nord, ha vissuto, il 25 Luglio, una delle giornate più fredde della sua storia, con una minima di +5,4°C ed una massima di +7,9°C, con pioggia dirotta.
    Normalmente, qui, in Luglio, le minime sono di +16°C e le massime di +26°C.

    Una strana coincidenza….

      (Quote)  (Reply)

  9. Mi scuso con Michele se ho usato un tono troppo confidenziale quando ho concluso un intervento riferendo ” stai attento, te l’ho già detto…”.
    Il fatto è che posto che ogniuno abbia la libertà di credere anche in un totem (e va benissimo), potrebbe insorgere qualche problema se il totem esigesse qualcosa di particolare. In quel caso la libertà non può estendersi all’infinito…
    Torino non è proprio una città tranquilla sotto certi punti di vista.
    Il pericolo di entrare in sette di vario genere non è remoto per chi è troppo curioso ed è solo per quello che mi ero permesso di mettere in guardia chi mi è sembrato più giovane di me (poi magari ha 30 anni più di me…).

    Scusate: un po’ di propaganda (dal Vangelo di Marco cap. 13).

    Dopo quella tribolazione il sole sarà oscurato e la luna non darà la sua luce e allora vedranno il Figlio dell’Uomo sulle nubi con grande potestà.

    Che strano: questo lungo capitolo del Vangelo non viene MAI letto in chiesa…
    Sarà perchè troppo fuori tema?

    Ciao, Ruggero.

      (Quote)  (Reply)

  10. Eccomi…35anni..

    Simon…sicuramente condividerà mettere un pò di pepe in queste
    interessantissimo Blog … non fà mai male….
    Tra un Solar Fux.. è una finta macchia…dai che ci sta bene…
    Senza però eccedere….Ruggero
    Ogni 20/30 messaggi come dici te…
    “un po’ di propaganda” non fa mai male….naturalmente
    per chi ha orecchi per intendere!!

    Della serie…
    Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo
    Evelyn Beatrice Hall, The Friends Of Voltaire

    Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero
    Anonimo

      (Quote)  (Reply)

  11. Mi dispiace, Michele, che trovi interessanti i miei interventi solo per accumulare informazioni sufficienti per darmi (indirettamente) del disonesto.
    Non mi sembra molto onesto…

    Ciao, Ruggero.

      (Quote)  (Reply)

  12. Ragazzi, vediamo di nn degenerare…

    se ne avete voglia continuate pure le vostre divergenze di opinione in sede privata…

    grazie, simon

      (Quote)  (Reply)

  13. Hai ragione, Simon.
    Però almeno il sottoscritto si è sempre mostrato per quel che è. Poi che la cosa sia poco gradita o furi tema lo posso capire benissimo.
    Sembra invece che il principio di Voltaire non valga per i Cristiani tanto più adesso che gli ultimi templari hanno visto crollore il loro tempio verificando che la causa delle ultime guerre non c’entra un tubo con la religione. Anzi nel ‘900 ci sono stati più morti ammazzati in nome delle ideologie che negli ultimi 2000 anni.
    Prometto un periodo di autocensura, poi si vedrà.

    Cominciamo a porgere l’altra guancia…

    Ciao, Ruggero.

      (Quote)  (Reply)

  14. Ma no Ruggero, che autocensura!

    scrivi pure quando vuoi e quanto ti pare, il mio era solo un avvertimento al fatto che se vi sn delle discrepanze di evdute magari anche un pò pepate che poi nulla centrano col blog, di vedervela tra di voi via e-mail…

    per il resto sei sempre il ben venuto, come lo è Michele…

    Ciao 😉

    Simon

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.