Mamma mia, guardate quanto è sotto la media la linea ITCZ!

11Ciò potrebbe spiegare l’inizio di autunno che ha avuto il meridione italiano!

Infatti vi è stata una minor ingerenza dell’HP subtropicale ed un maggior interessamento di fronti atlantici prima e da est dopo (ultimi giorni)

Attenzione, questi potrebbero essere dei buoni segnali che questo minimo solare pian piano sta facendo il suo “sporco” lavoro!

Per saperne di più vi rimando all’apposito articolo sull’ITCZ del mio amico Marco Fioentino Lubelli:

http://www.meteoscienze.it/itcz/261-itcz-prima-decade-di-ottobre-nella-norma

Simon

Update Nowcasting Solare: 13° giorno spotless di fila, nulla da segnalare nè nel visibile nè nel behind. L’attività magnetica solare resta anche oggi a livelli molto bassi.

Aspettando il valore del solar flux odierno, i dati del sole sempre aggiornati al solito link:

http://daltonsminima.wordpress.com/dati-sole-in-diretta/

Hatena Bookmark - Mamma mia, guardate quanto è sotto la media la linea ITCZ!
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

30 pensieri su “Mamma mia, guardate quanto è sotto la media la linea ITCZ!

  1. L’anno scorso ho acceso i termosifoni a dicembre… quest’anno sono gia’ due giorni che li accendo. Saluti dai 5 gradi di Dresda!

      (Quote)  (Reply)

  2. Qui e’ ancora tutto normale…

    http://www.iup.uni-bremen.de:8084/amsr/ice_ext_n.png

    Guardate invece l’animazione…

    http://www.iup.uni-bremen.de:8084/amsr/Icefilm_Arctic_21days.avi

    E’ evidente che, fino a pochi giorni fa (diciamo il 7-8 ottobre) il ghiaccio si formava dalla parte dello stretto di Bering, mentre continuava a sciogliersi in corrispondenza dell’eurasia.
    Non e’ che la c.d.g. ci abbia messo lo zampino spingendosi molto piu’ il la di dove si pensasse, per “cercare la banchisa” e riuscire a sprofondare per raffreddamento?????

    Ciao
    Luca

      (Quote)  (Reply)

  3. nn credo centri la c.d.g

    era semplicemente una configurazione barica con AO- e quindi con VP meno forte che hanno causato ciò…

    ora però sembrerebbe ci siano anche dei problemi nella misurazione sat negli ultimi 45 giorni…

    staremo a vedere

      (Quote)  (Reply)

  4. Per rispondere a Ruggero…
    Visto che nessuno lo considera….
    La Temperatura di Gennaio in Iran e Israele…
    sarà molto simile …..
    alla temperatura dell’economia..e agricoltura….e del lavoro…
    dei Terremoti e Vulcani del mondo…
    della spiritualità mondiale…
    della salute umana…pandemie vaccini e altro…
    delle situazioni Civili…diritti umani…
    del futuro mondo tutto Digitale e schematizzato…
    in una solo due parole…..
    “Tutto converge”

    Scusate OT…..

      (Quote)  (Reply)

  5. L’ITCZ è molto importante ragazzi….questo arretramento cosi netto è sinonimo di + occasioni per episodi di maltempo nel Mediterraneo che si trova con gpt + bassi e quindi riesce a calamitare meglio i fronti e le correnti dai quadranti Settentrionali o Occidentali o da NE.
    Insomma anche per quel che concerne il freddo e le colate annesse il calo dei gpt cosi netto rispetto al passato degli anni scorsi puo’ giocare un ruolo importante nei nostri confronti..
    O ora o mai piu….AVANTI SOLE!

      (Quote)  (Reply)

  6. E’ un effetto??

    da 3Bmeteo

    “L’NCEP del NOAA ha reso noti i dati relativi alle piogge sul Nord Africa nel mese di Settembre. Tra Marocco e Algeria (Atlante Sahariano-Grand Erg occidentale) caduti dai 50 ai 100mm, con anomalie precipitative fino al 300%. Stessi valori osservati anche sulla Tunisia centro-meridionale. Su tutta l’area osservate temperature ben al di sotto della media: dai -1°C ai -3°C in Tunisia, dai -1°C ai -4°C tra Marocco e Algerina, con punte di -5°C a sud dell’altopiano del Chott.”

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.