In questi giorni ho un pò “giocato” col NIA’s Count…

Era un pò che mi sfiorava l’idea…solo che oltre al tempo, mi mancava anche la voglia…ma 2 pomeriggi fa mi sono messo sotto e servendomi dell’archivio del SOHO Continuum ho calcolato il NIA’s SN a partire da Gennaio 2008 fino a Dicembre 2009, i 2 anni che ci mancavano all’appello.

Premetto fin da subito che questi sono dati parziali, ma per quanto non ancora definitivi, credo che non si discosteranno di tanto dall’ultima revisione ad opera di Fabio, che di fatto renderà questi dati ufficiali.

Partiamo subito con la carrellata:

NIA SIDC
Gen 2008 0,8 3,3
Feb 2008 0,5 2,1
Mar 2008 6,0 9,3
Apr 2008 1,2 2,9
Mag 2008 0,6 3,2
Giu 2008 1,8 3,4
Lug 2008 0,0 0,8
Ago 2008 0,0 0,5 *
Set 2008 0,3 1,1
Ott 2008 1,5 2,9
Nov 2008 1,2 4,1
Dic 2008 0,5 0,8
Gen 2009 0,7 1,3
Feb 2009 0,0 1,4
Mar 2009 0,0 0,7
Apr 2009 0,0 0,8
Mag 2009 0,0 2,9
Giu 2009 1,9 2,9
Lug 2009 2,5 3,2
Ago 2009 0,0 0,0
Set 2009 2,6 4,3
Ott 2009 2,9 4,8
Nov 2009 1,0 4,1
Dic 2009 5,5 10,8
Gen 2010 10,3 13,2
Feb 2010 13,6 18,8
Mar 2010 10,5 15,4
Apr 2010 4,1 8,0
Mag 2010 3,3 8,7
Giu 2010 5,9 13,6
Lug 2010 8,8 16,1 **
Ago 2010 10,2 19,6 **
Set 2010 13,2 25,2 **
Ott 2010 13,3 23,5 **
*Agosto 2008 è il mese del famoso scandalo che fece il giro del pianeta ed in cui per la prima volta sentimmo parlare di Catania
**dati SIDC provvisori

Dunque cosa ne deduciamo?

Che è ormai assodato che il NIA’s Count non contando, come faceva Wolf, le macchie più piccole ed i pore, ed usando a tale scopo il sistema inventato da Luca Nitopi, ha dei SN mensili più bassi di quelli del SIDC, l’organo ufficiale che da decenni ormai è il punto di riferimento mondiale nel conteggio delle macchie solari.

E su questo ormai ci siamo tutti…ma la cosa che salta subito all’occhio, che mentre nel 2008 e 2009 non vi era tutta questa gran discrepanza tra il NIA’ s SN e l’RI, (gli unici mesi in cui si avverte di più la differenza erano quelli in cui guarda il caso si pompavano di più i conteggi magari sperando che fosse la volta buona che il sole si svegliasse,e a tal proposito, non so se vi ricordate le incavolature, ma io si) mentre nel 2010, anzi precisamente dalla primavera del 2010, questo rapporto si rompe, raggiungendo negli ultimi 3-4 mesi una differenza inspiegabile!

Un po’ dipenderà anche dal fatto che il sole ha accelerato, ma non basta a spiegare molte cose…sembra quasi ci sia una volontà, gli anni prima più celata anche perchè il sole era proprio morto, di vederlo ripartire a tutti i costi.

Poi se volete possiamo soffermarci anche su altre cose, tipo il fatto che per il NIA’s il minimo del ciclo 24 avrebbe totalizzato la bellezza di 7 mesi con SN pari a 0, che i giorni spotless totali sarebbero molti di più degli 809 ufficiali, che i giorni spotless consecutivi avrebbero di certo battuto il record di 92 (mi pare) giorni senza macchie consecutivi, ect ect…

Ma ribadisco che per me la questione è un’altra: perchè ad un certo punto la forbice tra i 2 conteggi aumenta in modo quasi esponenziale, tanto che per il SIDC il sole è ormai mese per mese costantemente in crescita, mentre per il NIA’s deve ancora superare il suo massimo datato a febbraio 2010? ( e chissà perchè a tal proposito l’andamento medio del Solar Flux conferma quello del NIA’s e sbugiarda quello del SIDC?)

Forse gli osservatori del SIDC sono diventati più zelanti, o magari gli hanno rimpiazzati con altri più bravi?

Forse è tutto un caso?

Forse solo io noto questa discrepanza che va aumentando mese dopo mese?

Forse c’è qualcuno che preme affinchè questo sole riparta quando invece non è ripartito, o comunque non come vorrebbero loro?

Si ma chi sono questi loro?

Forse sono solo un complottista che voglio vedere del marcio anche quando invece non c’è?

Se fosse così, cioè se io fossi davvero un mal pensante, perchè tutti gli altri indici solari, Solar Flux in primis, sembrano seguire più l’andamento di un minimo ingolfato e non un sole che ogni mese, ultimamente, sta avendo il SN più alto di quello precedente, e se non ci riescono con i primi dati, ce la fanno con la revisione mensile?

Continuerò a cercare risposte, di certo, complottista o no, (inizia quasi a piacermi sto sostantivo, grazie prof Bardi), qualche conto non mi torna, e finchè non vedrò il sole che si “merita” quei SN mensili che gli rifilano, con tanto quindi di media del Solar Flux arrivare almeno a 90 (capisco che 100 è troppo!) e con un NIA’s Count che sale di conseguenza, ebbene, si cari amici, continuerò la mia battaglia…

Simon

Hatena Bookmark - In questi giorni ho un pò “giocato” col NIA’s Count…
Share on Facebook
Post to Google Buzz
Bookmark this on Yahoo Bookmark
Bookmark this on Livedoor Clip
Share on FriendFeed

38 pensieri su “In questi giorni ho un pò “giocato” col NIA’s Count…

  1. c’è stato un grosso flare solare sulla 1121 di classe M5.4
    ora che la regione è definitivamente fronte terra mi auguro che non causi grossi problemi e che non ce ne siano di maggiori

      (Quote)  (Reply)

  2. Sleepyhollow :

    c’è stato un grosso flare solare sulla 1121 di classe M5.4
    ora che la regione è definitivamente fronte terra mi auguro che non causi grossi problemi e che non ce ne siano di maggiori

    la 1121 è al suo settimo giro di stella, è la regione fin qui più mostruosa ed attiva del ciclo 24…questo ciclo è più avanti di quanto dicano le previsioni di noaa e nasa!

    Simon

      (Quote)  (Reply)

  3. ice2020 :

    Sleepyhollow :

    c’è stato un grosso flare solare sulla 1121 di classe M5.4
    ora che la regione è definitivamente fronte terra mi auguro che non causi grossi problemi e che non ce ne siano di maggiori

    la 1121 è al suo settimo giro di stella, è la regione fin qui più mostruosa ed attiva del ciclo 24…questo ciclo è più avanti di quanto dicano le previsioni di noaa e nasa!

    Simon

    Due domande ….
    1°) E’ fronte Terra ?
    2°) Il grosso filamento è sempre integro?

      (Quote)  (Reply)

  4. ice2020 :

    Sleepyhollow :
    c’è stato un grosso flare solare sulla 1121 di classe M5.4ora che la regione è definitivamente fronte terra mi auguro che non causi grossi problemi e che non ce ne siano di maggiori

    la 1121 è al suo settimo giro di stella, è la regione fin qui più mostruosa ed attiva del ciclo 24…questo ciclo è più avanti di quanto dicano le previsioni di noaa e nasa!
    Simon

    Può darsi, tuttavia è da un po che non si osservano più macchie a latitudini inferiori ai 15 gradi e, in particolare, sotto i 10 gradi, o sbaglio?

      (Quote)  (Reply)

  5. @FabioDue
    Proprio oggi si è formata una piccola AR con macchiette a lat.14° nord, visibile anche dall’ultima immagine del SOHO:
    http://www.specola.ch/
    http://sohowww.nascom.nasa.gov/data/realtime/mdi_igr/1024/latest.html

    In effetti le macchie ultimamente si sono formate a latitudini più elevate ma non credo che questo significhi tassativamente che il ciclo non possa essere realmente più avanti di quanto “previsto”.
    Mi sembra che Ale scrisse anche qualcosa a riguardo in un suo intervento.
    Bruno

      (Quote)  (Reply)

  6. @ice2020
    Oops! Bell’anticipo Simon! 😉
    Comunque è da ora in poi che questo ciclo ci dirà di che pasta è fatto: io ho la mia personalissima opinione per la quale ritengo molto probabile che questo ciclo non riuscirà a fare molto di più di quanto fatto fino ad ora.
    Magari verrò sbugiardato subito a partire dal prossimo mese….
    Mi ricorda il mio vecchio “Ciao” quando faceva “pallino” la candela…. 😀
    Bruno

      (Quote)  (Reply)

  7. @ice2020

    Adesso sto uscendo… Dico solo che penso di aver trovato il modo scientifico ed insindacabile per dimostrare che il SIDC sta gonfiando i conteggi. Oppure che ha cambiato metodo di misurazione, come si preferisce… Io il lavoro ve lo invio domani sera penso, se vi sembra interessante fateci un articolo. Sennò se non avete tempo e vi pare degno di nota lo faccio io… 😀

      (Quote)  (Reply)

  8. Andrea311 :

    @ice2020

    Adesso sto uscendo… Dico solo che penso di aver trovato il modo scientifico ed insindacabile per dimostrare che il SIDC sta gonfiando i conteggi. Oppure che ha cambiato metodo di misurazione, come si preferisce… Io il lavoro ve lo invio domani sera penso, se vi sembra interessante fateci un articolo. Sennò se non avete tempo e vi pare degno di nota lo faccio io… :D

    procedi pure te, nessun problema, il grafico l’hai fatto te ed è giusto che l’eventaule articolo lo faccia te!

      (Quote)  (Reply)

  9. Non possiamo escludere a priori che chi di dovere abbia “pompato” i dati, in fondo nella scienza recente è già avvenuto, quindi sarebbe stupido escludere questa possibilità.

    Ma d’altro canto mi sento di dare una possibilità anche al SIDC, che alla fine mi sembra che abbia sempre lavorato in modo più che trasparente, magari sbagliando, non sono io che devo giudicarlo, ma proviamo a spiegare questo fenomeno in un modo non-complottista.

    Sappiamo, parole loro, che la “definizione” delle loro analisi va via via aumentando con il tempo, quindi misurano anche pori e piccole macchie che con i telescopi passati non si sarebbero viste.

    Ok, buttiamo letteralmente via 300 anni di osservazioni e ricominciamo da zero. E’ una scelta, forse criticabile, ma è una scelta. Non l’hanno mai nascosto.

    Come si comportano quindi i loro dati?

    Il sole crea pori e mini macchie, è inevitabile, è fatto così, eravamo noi, 300 anni fa, a non vederli, è un nostro deficit, non è colpa del sole. Quindi cosa succedeva?

    Succedeva che i giorni “spotless” non lo erano, o lo erano molti di meno di quanto in realtà pensassimo.

    E quando, anche per i primi osservatori, c’erano macchie? Bhe, di sicuro contavano solo quelle, e non contavano i pori e le macchie troppo piccole…

    Quindi è evidente che in caso di aumento della attività solare, la curva del SIDC deve crescere più velocemente della curva NIA, aumentando quello che definisci “la discrepanza” tra le due curve.

    Una discrepanza che, se quello che ho detto è corretto, aumenterà inevitabilmente in modo proporzionale all’aumento della attività solare.

    E’ normale, più attività vuol dire maggiori macchie, ma anche maggiori pore e maggiori micro-macchie.

    Quindi non so se c’è davvero il complotto dietro queste divergenze, credo più che altro che siano divergenze normali, date da 2 scelte diverse:

    SIDC vuole la precisione.
    NIA vuole dei dati comparabili con il passato.

    Per me questi due conteggi hanno pari valore e pari dignità, non sono in competizione, hanno significati diametralmente opposti.

      (Quote)  (Reply)

  10. Ritengo che per fare dei confronti
    e studiare il comportamento nel tempo del Sole
    si devono mantenere condizioni comparabili
    tra le misure che si eseguono nel tempo
    altrimenti semplicemente ( non riproduco lo stesso esperimento)

    quindi per confrontare con il passato ( e proiettare stime nel futuro) va bene NIA

    poi per il resto ogni giorno la qualità e la precisione delle misure aumenta
    ma se questo va bene per (studiare il SOLE oggi)
    non serve per i confronti con il passato

    a meno di trovare una fonte con la stessa precisione
    altrimenti confronto fagioli con patate

    per tempi ancora piu remoti glaciazioni ecc …
    non possiamo neppure dire cosa faceva il Sole ma solo vedere
    tramite carote nei ghiacci e simili come il sistema terra ha risposto

    a quali eventi …è tutto da studiare
    cio non toglie che anche dalla proiezione nel futuro dei cicli …
    lunghi del passato … si possono avere indicazioni di cosa ci aspetta

    non confondendo però anni , secoli …. millenni.

      (Quote)  (Reply)

  11. The Sunspot Area measurement agrees well with the NIA count.
    They have been cheating with Satellite image, and they have no discipline to use a set time of day to let the averages work the way they did in Wolf’s time. They use 24 hour coverage to get all the little sunspeck to inflate the count.
    Why this is so important to them is a mystery, but it cannot be science.

      (Quote)  (Reply)

  12. So the Sunspot Area:
    http://www.robertb.darkhorizons.org/TempGr/uSC24vs13_14.GIF
    is no greater today than in February, as NIA’s count says.
    Sunspots in the South:
    http://www.robertb.darkhorizons.org/TempGr/uvp2324.PNG
    now want to head towards the South Solar Pole, instead of the Equator !!
    And the 3 views of SDO, STEREO Ahead & Behind:
    http://www.robertb.darkhorizons.org/SDO_latest.jpg
    show a disorganized mess.
    This:
    http://www.robertb.darkhorizons.org/SDO_latestLg.jpg
    is a long way from last Solar Maximum here:
    http://www.robertb.darkhorizons.org/20031028_CEITspot.jpg
    What more is there to say?
    Solar Cycle 24 is a cripple.

      (Quote)  (Reply)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine