Una vacanza in montagna

Ecco, adesso NIA e’ diventato un sito affiliato al CAI (Club Alpino Italiano)….

No, è successo che dopo un paio di anni   sono tornato a fare una settimana di relax in Val Varaita…

Più o meno nello stesso periodo (prima vacanza metà luglio 2007, vacanza attuale fine luglio 2011).

Più o meno le stesse gite.  E le differenze notate sono state notevoli.

Se volete vi racconto…

Prima osserazione : temperatura dell’acqua.  No, non sono così fanatico da girare con il termometro di minima e sagolone ma sono abbastanza folle da andare a fare il bagnetto nei laghetti alpini. Ricordavo un bellissimo laghetto (detto “Lago secco”, ma sempre ben rifornito, quota non esagerata, diciamo sui 1900m)  in cui avevo NUOTATO a lungo e con soddisfazione e senza particolari problemi nel 2007. Quest’anno non sono riuscito a resistere per più di un minuto nell’acqua gelida. Direte… l’età avanza… La sensazione e’ soggettiva… avevi mangiato da poco (no, ho mangiato dopo …) …

Passiamo alla seconda annotazione che ho fatto: Alberi. Cioè Quasi alberi… Direi quasi Alberi “che ci stavano provando”.. Osservare la foto qui sotto:

ho evidenziato in giallo, con ingrandimento, quello che potrebbe sembrare un cespuglio. In realtà si tratta di un alberello.

Cosa ci fa un albero sotto un nevaio che lo libera a fine Luglio e che ai primi di Settembre con buona probabilità lo ricoprirà di nuovo (qui siamo a quota 2700m)?  Io ho una risposta… E’ nato quando il nevaio non c’era più e da un paio di anni viene regolarmente sommerso e ridotto ai minimi termini (Il poveretto stava aprendo le prime gemme… il 27 di Luglio…). Avete altre spiegazioni, che non implichino la volontà di suicidio di un giovane albero?

Ma vi vedo ancora dubbiosi … E allora tiro fuori la carta segreta. O dovrei dire “foto verità” ?

Terza osservazione: Nevai.

Come dicevo nell’introduzione ho fatto diverse escursioni negli stessi posti del 2007.Tra queste, la gita al rifugio Vallanta, con bella vista alla parete NW del Monviso. Chiaramente avevo scattato allora, in tempi non sospetti una certa quantità di fotografie. Ricordo anche che allora (2007) il gestore del rifugio ci aveva raccontato che una valanga invernale aveva addirittura raggiunto il rifugio “rimbalzando sul lago” sottostante.

Sono andato a scartabellare nel mio “‘archivio informatico” ed ho trovato una foto che era stata scattata quasi dalla stessa posizione…

Eccola.

Che dire… Siamo proprio in pieno AGW…

Luca Nitopi

P.S.

Tornando dalla gita dal rifugio mia moglie (laurea in Filosofia), imbacuccata nella sua giacca a vento e sferzati da un vento gelido,  mi ha detto… “Mha.. Ho letto il libro di M. [Noto Meteorologo]… Pero’ io tutto questo riscaldamento non riesco mica a vederlo… Ma perchè  ho lasciato a casa i guanti di lana???”

Luca Nitopi

Hatena Bookmark - Una vacanza in montagna
Share on Facebook
Post to Google Buzz
Bookmark this on Yahoo Bookmark
Bookmark this on Livedoor Clip
Share on FriendFeed

31 pensieri su “Una vacanza in montagna

  1. eh si’..l’AGW non esiste piu’
    “LUGLIO 2011″
    *Europa*
    Mese caratterizzato dalle forti anomalie termiche positive nella parte orientale del vecchio continente
    mentre la parte occidentale e nord-occidentale le temperature sono state sottomedia o nella norma.
    Il 2 luglio Copenaghen è stata colpita da piogge torrenziali che hanno scaricato
    sia nella stazione Havering Botanico che in quella di Ishøj Varmeværk circa 30 mm in 10 minuti.
    A metà mese forte ondata di calore in Italia con record ad Olbia e nella Repubblica di San Marino
    mentre la terza decade si è distinta per le temperature sottomedia in quasi tutte le località.
    I record:
    Olbia (Italy) max. +42.2°C il 13
    e *Record di Massima Assoluto Eguagliato* a Serravalle con +39.5°C il 13.

    *Asia*
    Mese caratterizzato dalla fortissima ed epocale ondata di calore che ha colpito
    a ripetizione il continente asiatico e dalle forti piogge causate dai diversi cicloni che si sono abbattuti
    in Giappone, Filippine e nelle 2 Coree.
    Questi i ***Nuovi Record Assoluti*** stabiliti a luglio 2011:
    Dzhambejty (Kazakhstan) max. +44.9°C l’8
    Amarah (Iraq) max. +51.0°C il 9
    Shushtar (Iran) max. +52.0°C il 9
    Ramhormoz (Iran) max. +52.0°C il 9
    Bandar Mahshar (Iran) max. +51.4°C il 9
    Bubiyan (Kuwait) max. +50.6°C il 9
    Jinghe (China) max. +42.3°C il 13
    Al Diwaniyah (Iraq) max. +52.3°C il 14 (Nuovo Record Nazioanle di Massima per l’Iraq)
    Al Salmi (Kuwait) max. +49.8°C il 14
    Qijiaojing (China) max. +44.2°C il 14
    Naomaohu (China) max. +45.1°C il 14
    Tuyoq (China) max. +49.4°C il 14
    Aydingkol Lake (China) max. +50.2°C il 14, (Nuovo Record Nazionale di Massima ufficiale Cinese)
    Dehloran (Iran) max. +52.4°C il 15
    Al Baha (Saudi Arabia) max. +38.4°C il 16
    Taif (Saudi Arabia) max. +40.6°C il 16
    Cjul Bul (Russia) max. +38.7°C il 17
    Pokrovskaja (Russia) max. +38.3°C il 17
    Curapca (Russia) max. +38.0°C il 17
    Jakutsk (Russia) max. +38.4°C il 17
    Masjed Soleiman (Iran) max. +52.0°C il 27
    Safi Abad (Iran) max. +51.8°C il 27
    Omidieh (Iran) max. +52.6°C il 27 (Nuovo Record Nazionale di Massima per l’Iran)
    Shushtar (Iran) max. +52.6°C il 27 (Nuovo Record Nazionale di Massima per l’Iran)
    Kamishli (Syria) max. +48.5°C il 28
    Dehloran (Iran) max. +53.0°C il 28 (Nuovo Record Nazionale di Massima per l’Iran)
    Khamis Mushait (Saudi Arabia) max. +35.5°C il 29
    Divnoe (Russia) max. +44.3°C il 30
    Jaskul (Russia) max. +44.2°C il 30
    Yergeninsky (Russia) max. +43.6°C il 30
    Arzgir (Russia) max. +43.4°C il 30
    kharabali (Russia) max. +43.2°C il 30
    Buddenovsk (Russia) max. +43.8°C il 30
    Svetlograd (Russia) max. +43.4°C il 30
    Meghri (Armenia) max. +43.7°C il 31 (Nuovo Record Nazionale di Massima dell’Armenia)

    *Nord America e Caraibi*
    Luglio 2011 negli Usa verrà ricordato per una delle più potenti ondate di calore della storia.
    Sensazuione di calore che si resa insorpottabile sia per l’umidità che per le alte temperature notturne.
    New York il 22 non è riuscita a scendere sotto i +29°C.
    Forte tempesta di sabbia (Haboob) il 5 luglio a Phoenix, Arizona, il 5 luglio.
    La tempesta di sabbia ha quasi raggiunto i 2000 metri in atmosfera e la sua larghezza massima circa 80 chilometri.
    I record assoluti:
    Altoona (Pennsylvenia,USA) max. +38.3°C il 21
    Newark (New Jersey,USA) max. +42.2°C il 22 (Eguagliato Record Massima del New Jersey)
    Washington Dulles Int. Airport (Virginia,USA) max. +40.6°C il 22
    Hartford (Connecticut,USA) max. +39.4°C il 22
    Bath (New York,USA) max. +38.9°C il 22
    Bath (New York,USA) max. +39.4°C il 23
    Altoona (Pennsylvenia,USA) max. +39.4°C il 23
    Renovo (Pennsylvenia,USA) max. +40.6°C il 24
    Buckeye (West Virginia,USA) max. +36.1°C il 24
    Lancaster 2NE (Pennsylvenia) max. +39.4°C il 22
    Salisbury Airport (Maryland) max. +39.4°C il 24
    Mould Bay (Canada) max. +18.0°C il 25

    *Africa*
    Siccità senza fine nel corno d’Africa. L’ONU ha dichiarato lo stato di carestia in Somalia.
    i Record assoluti:
    El Oued (Algeria) max. +49.6°C il 22

    *Autralia/Oceania*
    Per la prima volta dall’aprile 2010, tutti gli stati australiani hanno fatto segnare temperature sopra le medie mensili.
    Tuttavia si sono segnalate minime interessanti:
    una tra tutte i -11,2°c registrati a Liawenee il 23, la temperatura più bassa nello stato dal 1983.

    *Artico*
    Anomalie positive nell’ordine dei +4°C in media nella Siberia centro-settentrionale ed a est del Canada.
    Ghiaccio nel Mar Glaciale Artico ai minimi storici.
    Passaggio a nord-est aperto a fine mese.
    L’eccesso di temperatura di circa quattro gradi sono stati trovati a nord della Siberia centrale e orientale canadese.
    Copertura di ghiaccio è rimasto molto basso nel Mar Glaciale Artico e la fine di luglio è stato aperto il Passaggio a Nord-Est.

      (Quote)  (Reply)

  2. emerito :
    heheheh
    soliti comunisti del meteo….**
    se avete frddo, rimanete a casa, qui’ si scoppia
    dal chem,aldo…
    comunisti!!

    In effetti ci hai beccato 😉
    E’ la teoria politica che più si avvicina alle mie convinzioni etico-socio-economiche ….
    Non capisco perchè tu la stia usando in modo dispregiativo!
    Ciao
    Luca

      (Quote)  (Reply)

  3. ciao,
    guarda, neanche era mia intenzione provocare anzi tutt’ al piu’
    ironizzare sullo stato attuale della divulgazione scientifica
    nel nostro paese..
    ci mancherebbe,
    massimo rispetto per NIA e tutti i suoi lettori!!
    :)

      (Quote)  (Reply)

  4. Caro Nitopi..confondi ancora gli episodi meteo con la climatologia..nessuno ha mai detto che in pieno GW non ci possa essere il freddo..
    e’ ovvio poi che qualche ghiacciaio possa essere in temporanea estensione,ma la maggior parte sono presi davvero male..
    http://www.meteogiornale.it/notizia/21185-1-plateau-rosa-ghiacciaio
    ma perche’ non studi di piu’ la climatologia??impareresti tante cose..penso che sei una persona intelligente..capiresti tante cose..

      (Quote)  (Reply)

  5. Da buon fisico cerco di adattare quello che conosco a nuove applicazioni.
    Un ghiacciaio, ad occhio e croce (ma potrei sbagiare) ha una cortante di tempo di decenni (a volte molti decenni) . Un nevaio di pochi anni .
    Siccome siamo abbastanza convinti che si stia uscendo da un periodo di riscaldamento per andare … chissà… mi metto a guardare oggetti che mi mediano “il clima” su pochi anni.
    I ghiacciai dovrebbero seguire i nevai. Tra una decina di anni.
    Se guardiamo le “temperature” globali, vediamo solo un gran rumore. E dal rumore chiunque può far uscire qualsiasi cosa.
    Avevo scritto qualcosa sull’argomento in passato… se hai pazienza prova a spulciare (Probabilemnte sul vecchio sito).
    Ciao
    Luca

      (Quote)  (Reply)

  6. Scusate se metto questo commento in un post un pò a caso, ma mi consigliereste un sito dove avere info aggiornate sulla temperatura globale? Grazie, Marco

      (Quote)  (Reply)

  7. @Marco
    Dipende da quello che intendi 😉 per “temperatura globale” , ma prova a postare sotto “Meteo”, che magari qualcuno legge più di frequente,… ormai questo articolo e’ rimasto “sotto la pila” 8)

    Ciao

      (Quote)  (Reply)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine