Per il Noaa aprile chiude con un SSN di 1.2!

Col numero di Wolf di 11 anche oggi, attribuito alla macchia del vecchio ciclo apparsa ieri, il computo totale del sunspot number mensile arriva a 1.2, in leggero aumento rispetto a marzo che ciuse a 0.7. Il mese di aprile dopo essere stato spotless per buona parte del suo corso, ha sfornato proprio allo scadere una macchia appartenente al ciclo 23, che surclassa quella “ridicola” conteggiata lo scorso 21 del mese appartenente invece al ciclo 24.

1.2 è l’ennesimo valore sottotono che il sole fa registrare in questo incredibile 2009, che ha visto finora febbraio chiudere a 2.5 e gennaio a 3.1, per un totale del primo quadrimeste dell’anno pari ad un SSN di 1.8, quindi sotto i 2!

Al momento quindi il minimo solare è tutt’altro che terminato, almeno dal punto di vista dell’SSN, perchè ad esempio se guardiamo al solar flux, è innegabile che questo indice presenta un trend di crescita lenta ma comunque costante, e a detta del dottor Svalgaard con cui ho avuto modo di far 2 chiacchere ieri sul forum di solarcycle24, questo parametro è più che suffciente ad affermare che il minimo è terminato nonostante la quasi assenza delle macchie solari!

Ciò fa riflettere,e fa ritenere che anche nei grandi minimi passati all’assenza di sunspots, non corrispondeva una totale assenza di altri indici solari quali ad esempio il flusso solare, ovvero il sole aveva comunque dei cicli attivi che però non riuscivano a produrre macchie solari.

Ed è proprio per questo che la teoria di L.&P. sembra godere ora di più credenziali rispetto a qualche anno fa.

Non ci resta che attendere dunque, per vedere se tale teoria si manifesti sempre più corretta, come attendo con ansia il computo del mese di aprile da parte del Sidc, che primo maggio a parte, dovrebbe proprio uscire domani!

Simon

Hatena Bookmark - Per il Noaa aprile chiude con un SSN di 1.2!
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]
[`livedoor` not found]
[`friendfeed` not found]
[`tweetmeme` not found]

9 pensieri su “Per il Noaa aprile chiude con un SSN di 1.2!

  1. Condivido pienamente Simon, quello che però più mi stupisce è il vigore con cui le regioni attive del ciclo 23 si presentino più organizzate e spesso più durature di quelle del ciclo 24!!!Questo non è per niente normale, il campo magnetico Solare sembra essere un poco “confuso”! Il flux è sicuramente in aumento ma molto timidamente fatica a stare sopra i 70! Come hai già detto tu le prossime settimane saranno decisive per delineare i futuri scenari!
    ALE

      (Quote)  (Reply)

  2. Desidererei sapere, perchè con tanti satelliti che studiano il sole, e lo controllano 24su 24 ore, è stato dimenticato il satellite ** RHESSI **
    Reuven Ramaty High Energy Solar Spectroscopic Imager per lo studio dei Raggi Gamma, meno ionizzanti dei raggi x,ma alquanto pericolosi,poichè originati dalla disintegrazione del nucleo dell’atomo ???? provenienti dal sole????? allego il sito del satellite

    http://hesperia.gsfc.nasa.gov/hessi/

    ed allego anche un’altro sito, a riguardole foto del sole

    http://science.nasa.gov/headlines/y2008/02oct_oblatesun.htm

      (Quote)  (Reply)

  3. il NOAA si fa scoprire subito, 11 oggi proprio non c’era, stavolta hanno esagerato, speriamo che il SIDC stia sotto l’1

      (Quote)  (Reply)

  4. Sì Simon,
    è così in costante crescita il flusso solare che è appena passato a 68!!!!!!!
    Senti a me, lascia perdere quest”idea che il flusso è in costante crescita. Secondo me questo periodo è solo un sussulto. Già mi vedo quest’estate di nuovo col flusso a 64 e il sole che combatte ancora tra ciclo 23 e ciclo 24.
    😉

      (Quote)  (Reply)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

You can add images to your comment by clicking here.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.